Avicii: finisce in ospedale , cancellata la data di Miami

83178920717909932

Ti è piaciuta la notizia? Condividila!

Il dj attualmente più famoso al mondo, Avicii, si è resto protagonista di una disavventura davvero particolare nella giornata di ieri: misteriosamente, circa un’ora prima dell’inizio della serata prevista al SLS Hotel di Miami Beach per l’occasione rinominato Avicii Hotel, il dj svedese ha fatto sapere di non essere in grado di poter salire sul palco e intrattenere la folla.

La ferale notizia è stata affidata all’australiano Dj Cassette che ha annunciato la cancellazione della seconda serata su cinque previste per Avicii, una vera e propria residency per quanto breve che avrebbe dovuto traghettare e introdurre verso l’Ultra Music Festival, il megafestival di musica dance mondiale in programma a Miami con inizio proprio stasera 28 Marzo.

Il mistero principale rimane ovviamente cosa abbia potuto costringere Avicii ad un ricovero in ospedale tanto immediato quanto inaspettato: fonti vicine al dj hanno assicurato che stesse molto bene e fino a due ore prima era prontissimo e molto carico per la serata che avrebbe dovuto svolgere. Cosa sarà mai potuto succedere in due ore? Nemmeno i siti di gossip americani, solitamente chirurgici nel sezionare le parole delle notizie, hanno saputo rispondere al perché Avicii sia finito in ospedale con tanta premura e fretta.

A quanto pare il dj svedese ha comunque lasciato l’ospedale nel tardo pomeriggio di ieri, anche se nessuno ha le prove della sua uscita dopo il breve ricovero, e fonti bene informate hanno fatto sapere che non è più ospite dell’albergo SLS di Miami dove avrebbe dovuto esibirsi ieri sera. Non ci lanceremo in ipotesi unendo i fili di questo piccolo mistero gossipparo, lasciamo a voi le congetture: possiamo soltanto pensare e sperare che abbia trovato un altro albergo disposto ad ospitarlo per la serata di stasera, sempre che decida di esibirsi e non finisca di nuovo a fare un giretto per pronto soccorso…

Forse era meglio organizzarlo lì, il concerto?

Fonte: www.soundsblog.it

Ti è piaciuta la notizia? Condividila!

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *