Canzoni più ascoltate in radio: aggiornamento dal 15 al 21 novembre 2013 , in vetta Burn di Ellie Goulding

ellie-goulding-burn

Ti è piaciuta la notizia? Condividila!

Ellie Goulding

Ben trovati con la classifica delle canzoni più ascoltate in radio dal 15 al 21 novembre 2013 che vede in testa Burn, il super tormentone della rivelazione Ellie Goulding. La cantante britannica ha scalzato l’ex capolista Ligabue, sceso fino alla quinta posizione, mettendosi dietro anche un altromammasantissima della nostra musica come Vasco Rossi, secondo davanti a Lorde con Royals.
La nuova top-20 dei brani più trasmessi dalle maggiori radio italiane, curata da EarOne, ha fatto registrare parecchi altri movimenti: bel balzo in avanti di Miley Cyrus con Wrecking Ball dal sesto al quarto posto, ma la performance migliore l’ha sicuramente ottenuta Eros Ramazzotti che ha portato la sua Io Prima di Te dalla 13 alla 7, salendo di ben sei gradini. Nelle retrovie ottima impennata di Laura Pausini con Se Non Te, in ascesa di otto posizioni, mentre fanno il loro ingresso nella top-20 Passenger con Let Her Go ed Eminem feat. Rihanna con The Monster.
Ma vediamo adesso la classifica delle prime 20 canzoni più ascoltate in radio dal 15 al 21 novembre 2013.

1° Ellie Goulding – Burn (+1)

2° Vasco Rossi – Cambia-menti (+1)

3° Lorde – Royals (+1)

4° Miley Cyrus – Wrecking Ball (+2)

5° Ligabue – Il sale della terra (-4)

6° Giorgia – Quando una stella muore (-1)

7° Eros Ramazzotti – Io Prima di Te (+6)

8° Elisa – L’anima vola (-1)

9° Katy Perry – Roar (-1)

10° Avicii feat. Aloe Blacc – Wake me up (-1)

11° Laura Pausini – Se non te (+8)

12° Robbie Williams – Go gentle (=)

13° Zucchero – Quale senso abbiamo noi (+3)

14° Capital Cities – Safe and Sound (-3)

15° Emma – L’amore non mi basta (=)

16° Modà – Non è mai abbastanza (+2)

17° Luca Carboni feat. Fabri Fibra – Fisico & Politico (-3)

18° Passenger – Let her go (+7)

19° John Newman – Love me again (-9)

20° Eminem feat. Rihanna – The Monster (+16)

Fonte: www.musicroom.it

Ti è piaciuta la notizia? Condividila!

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *