Krizia: morta la stilista simbolo della moda italiana

256_960n

Ti è piaciuta la notizia? Condividila!

krizia-e-morta

Il mondo della moda saluta Krizia, la celebre stilista italiana, al secolo Maria Mandelli, ci lascia a 90 anni, dopo un’intera vita dedicata all’arte e alle innovazioni. La celebre stilista è venuta a mancare a causa di un malore improvviso che non le ha dato scampo, è morta tra le braccia del marito Aldo Pinto, anche lui 90enne. Krizia, scherzosamente chiamata Mariuccia, classe 1925, è stata una donna simbolo della moda italiana, giovanissima ha lasciato la cattedra di maestra elementare per inseguire le sue passioni, e parliamo di anni in cui la massima ambizione per le donne era sposarsi e fare tanti bambini.

Lei voleva di più, voleva inseguire le sue passioni e realizzare i suoi sogni, ha aperto una piccola bottega a Milano in cui creava gonne e vestiti semplici con l’amica Flora Dolci. Nel 1971 presenta a Capri una collezione irriverente con pantaloncini cortissimi che le valgono il premio “Tiberio d’oro”. Gli accostamenti insoliti, la fantasia e le innovazioni le valgono il titolo di “Crazy Krizia” in America. Nel 1978 inizia a produrre i profumi, nel 1986 Krizia diventa commendatore della Repubblica Italiana insieme ad altri importanti colleghi come Giorgio Armani, Gianfranco Ferré, Gianni Versace e Valentino Garavani. Nel 1988 nasce la linea Krizia Uomo, negli anni duemila ha collaborato con giovani talenti come Alber Elbaz e Giambattista Valli e qualche anno fa ha ceduto il marchio al gruppo cinese Shenzhen Marisfrolg Fashion.

Nel comunicato di M.M.K. annunciato ieri sera scrivono:

“Mariuccia, per tutti gli amici, è stata una straordinaria ed innovativa stilista di moda che, col nome di Krizia, ha contribuito a creare e sostenere l’affermazione internazionale di un modello di eleganza tipicamente italiano”.

I funerali si terranno mercoledì 9 dicembre alle ore 11,00 presso la chiesa di Sant’Angelo in via della Moscova.

Fonte: www.fashionblog.it

Ti è piaciuta la notizia? Condividila!

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *