Miley Cyrus: da principessina della Disney a regina della trasgressione in poco tempo

miley-cyrus-2013

Miley Cyrus hot

L’imprevedibile trasformazione di Miley Cyrus da principessina Disney a regina della trasgressione è avvenuta in così poco tempo da lasciare basiti anche gli addetti ai lavori con parecchio pelo sullo stomaco. Ancora nel 2011, infatti, la figlia del cantante country Billy Ray Cyrus prestava il suo volto alla dolce e candida Hannah Montana, idolo indiscusso delle adolescenti di tutto il mondo e personaggio di punta della programmazione di Disney Channel. Nessuno avrebbe mai immaginato (nonostante qualche avvisaglia ai tempi di Can’t Be Tamed avesse fatto scattare il campanello d’allarme) che dopo soli due anni l’avremmo vista cantare completamente nuda aggrappata a una palla demolitrice nel video di Wrecking Ball. O che avrebbe suscitato scandalo durante la cerimonia degli MTV Video Music Awards 2013 con una performance ben oltre i limiti del cattivo gusto. O che si sarebbe concessa all’obiettivo dello stravagante fotografo Terry Richardson indossando costumi inguinali degni di un postribolo.

Ci fermiamo volontariamente qui perché ultimamente Miley ne ha combinate talmente tante che ci vorrebbero altre mille righe per elencare tutte le sue recenti provocazioni.
Piuttosto, poniamoci la domanda sul perché faccia tutto questo.

Una prima risposta potrebbe celarsi nella voglia di non sentirsi inferiore a conclamate superstar della trasgressione come Madonna o le più recenti Lady Gaga o Rihanna, provando a sfidarle sul loro stesso terreno. Il problema, ammesso che lo sia, è che per superare rivali così tanto esuberanti, Miley Cyrus è stata costretta ad alzare l’asticella della provocazione a livelli che più di una volta hanno pericolosamente rischiato di sconfinare nel trash o nella volgarità bella e buona, con tutte le conseguenze facilmente immaginabili: per il momento lo zoccolo duro dei suoi fan (gli smilers) sta tenendo botta, mostrando apparentemente diapprezzare questo improvviso cambio di linea. Ma tutti gli altri le hanno già appiccicato un infamante marchio (facile immaginare quale: ha a che fare con le figure mitologiche di Elena e Paride) che poi sarà molto difficile cancellare. Ne valeva la pena?

Secondo un’altra rispettabilissima opinione, la trasformazione di Miley Cyrus da principessina Disney a regina della trasgressione sarebbe stata studiata a tavolino semplicemente per promuovere in tutto il mondo il suo nuovo album Bangerz, atteso nei negozi a partire dall’8 ottobre 2013. Lo staff di Miley si aspetta moltissimo dal disco in termini di vendite e del resto le premesse sono molto buone, se pensiamo che anche in un Paese per lei commercialmente ostile come l’Italia è riuscita per la prima volta a piazzare un singolo, Wrecking Ball, nella top ten della classifica. Il brano è anche in high rotation su diverse emittenti radiofoniche (RDS per esempio) che mai prima di oggi si sarebbero sognate di trasmettere una canzone dell’ex Hannah Montana. Insomma, il chiacchiericcio sta pagando. Ma durerà?

Una terza risposta, da tenere anch’essa in seria considerazione, pone la questione su altri termini chiedendosi a sua volta se Miley Cyrus non faccia tutto questo per mascherare la mancanza di talento. Per la serie: una volta riposti nel cassetto, per sopraggiunti limiti di età, i fanciulleschi panni di Hannah Montana, alla Cyrus non restava che battere (ops..) due strade. La prima consisteva nel ritirarsi dalle scene e godersi i milioni guadagnati con la serie TV di Disney Channel (qualcosa come 120 milioni di dollari, abbastanza per godersi alla grande tre o quattro vite). La seconda era quella di tentare il salto di qualità affermandosi come nuova stella della musica pop. Come sappiamo ha scelto la seconda strada.
Ma Miley possiede le qualità per diventare una grande popstar internazionale? Ha una bella voce? E’ intonata? Sa cantare bene dal vivo? Sa ballare? Sa muoversi con grazia e con stile?
Per sfondare nel mondo del pop basterebbe saper fare tutto questo, senza bisogno di strusciare il sedere sul pacco di Robin Thicke in mondovisione. Shakira, splendida senza essere mai volgare, è un bell’esempio. La nostra Laura Pausini è un altro. Miley Cyrus ha invece scelto la via della trasgressione: non sarà forse perché lei per prima si è resa conto (o qualcuno gliel’ha fatto notare) della sua inadeguatezza a livello artistico?

Fonte: www.musicroom.it

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *