Pino Daniele: Nero a metà concerto 1 settembre 2014 all’Arena di Verona

pino

Ti è piaciuta la notizia? Condividila!

4fb4da9948752

Il 1 settembre 2014 si terrà il concerto Evento “Nero a Metà” insieme alla band originale e all’orchestra Roma Sinfonietta.

E nelle scorse ore, dopo Mario Biondi, Elisa, Emma e Fiorella Mannoia, si aggiunge anche Massimo Ranieri nella rosa degli artisti che saliranno sul palco per rendere omaggio a un disco diventato cult e con protagoniste le canzoni più belle di Pino, da “Quanno chiove”, al brano che dichiara la sua passione “A me me piace ‘o blues”, e le melodie che il tempo ha consegnato alla storia della musica italiana e che l’artista condividerà insieme agli artisti e i musicisti che hanno arricchito e stimolato il suo percorso artistico.

Lo spettacolo avrà la sensazione di appuntamento celebrativo unico ed è ideato e basato proprio sulle canzoni dell’omonimo terzo album di Pino Daniele, considerato come quello della consacrazione, del grande successo di pubblico e critica. Il disco è stato pubblicato da Universal Music Italia in una nuova edizione rimasterizzata, “NERO A METÀ” Special Extended Edition, con due brani inediti (“Tira A Carretta” e lo strumentale “Hotel Regina”), nove brani in versioni alternative e demo tratti dalle registrazioni originali che i fan avranno l’emozione di ascoltare per la prima volta.

Ecco la formazione originale che suonerà con Pino Daniele all’Arena di Verona: James Senese (sax), Gigi De Rienzo (basso), Agostino Marangolo (batteria), Ernesto Vitolo (piano e tastiere), Rosario Jermano (percussioni) e Tony Cercola (bongos). A loro si aggiungeranno 50 elementi dell’orchestra sinfonica “Roma Sinfonietta” diretta dal M° Gianluca Podio.

I biglietti per “NERO A METÀ” (prodotto e organizzato da 55AVE Entertainment e F&P Group in collaborazione con Radio Italia, la radio ufficiale dell’evento) sono disponibili su www.ticketone.it, nei punti vendita e nelle prevendite abituali Unicredit e Ticketone (per info: www.fepgroup.it).

Fonte: www.soundsblog.it

 

Ti è piaciuta la notizia? Condividila!

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *